Come trasformare una terrazza in un giardino

Come trasformare una terrazza in un giardino

In questo ultimo periodo in cui ci siamo ritrovati chiusi forzatamente a casa, si è riscoperta la voglia di vivere gli spazi outdoor della propria abitazione. Purtroppo, non tutti abbiamo la fortuna di avere un giardino o di vivere in aperta campagna, per molte persone però avere una piccolo spazio verde è diventato indispensabile proprio per cercare di non porre limiti alla propria libertà e rigenerarsi stando a contatto con la natura. Per trasformare un terrazzo in giardino e potersi godere la bella stagione all’aperto, non occorre avere un grande spazio ma è fondamentale renderlo funzionale e confortevole.

La soluzione più semplice veloce ed economica è utilizzare piante e vasi. La loro collocazione dovrà essere disposta con criterio per non creare caos e correre il rischio di acquistare del materiale inutile, infatti è bene disegnarsi una piantina e fare un piccolo progetto.

Per ottenere un maggiore effetto estetico decorativo e dare movimento è meglio acquistare vasi colorati e di diverse dimensioni ed altezze, inoltre per creare mix di fragranze ed essenze e riprodurre una piccola oasi verde è necessario scegliere varietà diverse di piante. Un’altra idea dal costo ridotto più similare al prato naturale per trasformare il terrazzo in un giardino è l’erba sintetica, l’ideale per chi non ha troppe pretese estetiche, qualitative e sceglie utilizzi di breve durata, non richiede particolari operazioni per il montaggio. E’ possibile anche scegliere un prodotto più performante, in questo caso però il prezzo aumenterà, ma si avrà la certezza di avere una qualità superiore, la sua posa va eseguita da un’azienda professionale dotata di personale specializzato.

Il sistema più costoso per rendere la propria terrazza un giardino prevede l’installazione di un vero e proprio manto erboso, si isola la pavimentazione con guaine di polietilene ad alta tenuta per l’impermeabilizzazione e attraverso il posizionamento di una guaina antiradice sulla quale verrà esteso uno strato di argille espansa l’acqua potrà essere drenata in modo da evitare ristagni. Una volta sicuri di aver isolato bene la pavimentazione e di aver fatto passare un po’ di tempo per l’assestamento si potrà procedere con la copertura del terriccio, il cui spessore varia a seconda se si vogliono piantare piccole piante o rotoli di manto erboso. E’ estremamente necessario affidarsi a degli esperti se si decide di affrontare questo tipo di spesa. Una volta stabilita la scelta della pavimentazione, ci si dovrà concentrare su come arredare il terrazzo ad esempio si dovrà allestire un’area per il tavolo magari allungabile per accogliere parenti, amici e destinare un angolo per il barbecue.

Per gli amanti del relax si può pensare a una vasca da bagno idromassaggio, o a delle comode poltrone coordinate a divanetti e tavolini.

Per completare la vostra area outdoor si consiglia l’installazione di una tenda da sole a bracci, di una pergola o di una bioclimatica. Elementi indispensabili per creare zone d’ombra, proteggere dai raggi solari più caldi durante la bella stagione, rendere più freschi gli interni della vostra abitazione. Sistemi che arricchiscono l’ambiente esterno con eleganza facendolo diventare più bello e soprattutto vivibile anche in caso di pioggia, infatti alcuni di questi prodotti sono studiati per resistere alle intemperie.

Di seguito una breve guida vi spiegherà le loro caratteristiche.

Tende da sole da a bracci

Schermature solari che risolvono qualsiasi necessità di protezione solare. Il tessuto si avvolge o si srotola su un tubolare in acciaio, attraverso la movimentazione delle braccia estensibili in alluminio che presentano al loro interno un cinetismo a doppio cavo in acciaio. Hanno un supporto di regolazione millimetrica dell’inclinazione. Funzionamento ad argano o a motore. Collezione tessuti con un’ampia gamma di colori. Alcuni modelli di tende da sole a braccio prevedono un cassonetto di protezione per il tessuto e le parti meccaniche quando si chiude la tenda, assicurando una maggiore durata del telo perchè rimane al riparo da sporco, pioggia e vento.

Pergole bioclimatiche

Strutture outdoor che si integrano perfettamente in qualsiasi contesto. Le pergole bioclimatiche vengono realizzate interamente in alluminio e sono formate da una copertura di lame frangisole orientabili e retraibili che consentono di regolare l’ illuminazione e la ventilazione, ottenendo il massimo comfort climatico. Resistenti al vento e alla pioggia, l’acqua piovana viene convogliata dalla gronda perimetrale integrata alla struttura. Comando a motore.

Pergole

Pergole in alluminio o legno: le uniche efficaci contro sole, vento e pioggia, permettono di vivere lo spazio all’aperto in ogni condizione climatica. Grazie alla loro installazione si potrà ampliare e collegare l’ambiente interno verso l’esterno senza la necessità di eseguire dei lavori edili. Alcuni tipi di pergole in alluminio sono realizzabili a campata unica fino a mt 6 di larghezza e mt 7 di sporgenza. Per le pergole in legno viene utilizzato un legno lamellare, trattato per mantenerne intatta nel tempo la bellezza e la qualità. Lo scorrimento del telo per entrambe avviene per mezzo di un motore o di un argano ed ha una chiusura ad impacchettamento. Il tessuto è tecnico e termico. Complete di gronda per la raccolta dell’acqua, in alcune è a vista in altre è a scomparsa.